mercoledì 16 dicembre 2015

"Canto di rivolta"


CANTO DI RIVOLTA”

Sono nato nell'epoca in cui la libertà regna sovrana,
nelle illusioni e nei sogni di quelli come me.
Io, come loro,
spero e credo nell'importanza e nella forza dell'autonomia.
Ma la consapevolezza mi dice altro...
Essa mi mostra come le fila sono mosse da tutt'altre intenzioni.
Perché la mia, sarà ricordata come un'epoca
di falsa ideali,
di combattimenti disillusi
e di superficialità dilagante.

C'è qualcosa ancora, in grado di darci forza?
C'è qualcuno ancora, che riesca a comprendere a pieno il senso di tali parole?

La futilità di certe nostre azioni,
s'impone come un'onda nelle nostre vite
e il senso stesso dell'esistenza si allontana sempre di più.

Siamo giunti al punto in cui
chi pensa differente è emarginato,
chi pensa differente è pazzo.
Ma cos'è la pazzia, paragonata alla vostra cecità?

Francesco Cerenzia,
16 Dicembre 2015




Nessun commento:

Posta un commento